Noi vogliamo proporvi fatti concreti, non chiacchiere o sogni irrealizzabili. Abbiamo scelto alcuni punti fondamentali e che sappiamo di potervi garantire di realizzare realmente con risorse già disponibili o facilmente acquisibili.

  • L’apertura continuata e garantita delle biblioteche, dello student center, delle aule e di tutti gli spazi studio, che ponga fine alle continue situazioni di rischio di chiusura improvvisa per mancanza di personale, e la loro ristrutturazione.

  • La pubblicazione del calendario degli appelli di esame all’inizio del corso e del programma d’esame controfirmato dai rappresentanti degli studenti al termine del corso.

  • L’eliminazione delle propedeuticità, che rendono impossibile il soddisfacimento dei requisiti ministeriali richiesti per non incorrere in maggiorazioni sulle nostre tasse.

  • L’introduzione di calcolatrici riconosciute dal Politecnico, dotate di funzioni limitate, acconsentite all’uso durante gli esami e acquistabili a prezzo ridotto.

  • La revisione e semplificazione delle procedure per gli esami a scelta e per i piani di studio individuale, con la rimozione delle finestre temporali e dei vincoli di frequenza e con la definizione di una lista di esami a scelta per ogni corso di laurea che non richiedano l’approvazione del dipartimento per l’inserimento su esse3.

  • L’unificazione delle modalità di pubblicazione di avvisi, materiale, ecc. da parte dei docenti, attraverso l’uso dello Sharepoint di ateneo già a disposizione di tutti gli studenti e docenti.

  • Un nuovo regolamento tasse, che risponda alle possibilità economiche degli studenti e riconosca realmente il merito agli studenti.

  • Un centro stampa di ateneo, con plotter e stampanti 3d e personale esperto, che ci consenta di svolgere le attività di studio a prezzi agevolati.

  • Un potenziamento della rete wi-fi Eduroam in tutte le sedi del Politecnico, che consenta a tutti di collegarsi liberamente in qualsiasi momento ed usufruire di una connessione stabile e veloce.

  • L’istituzione di collegamenti diretti per il facile raggiungimento del CUS e della sede di Taranto dalla sede di Bari del Politecnico (e viceversa).

  • Una maggiore trasparenza sulle modalità di organizzazione dei corsi comuni e l’istituzione di una commissione per la verifica delle attività nei corsi comuni, che garantiscano l’unicità dei programmi e delle modalità d’esame.

  • Il miglioramento dei servizi offerti dall’Ufficio Placement del Politecnico e l’aggiornamento dei contenuti dei programmi d’esame, attraverso la realizzazione di incontri con aziende che operano nei diversi settori dei corsi di laurea erogati al Politecnico.

  • Il potenziamento dei laboratori didattici esistenti e la maggiore diffusione di attività di laboratorio nei diversi corsi.

  • L’introduzione di un sistema unico e innovativo per la gestione degli orari e delle aule, che consenta anche a noi studenti di conoscere in ogni istante gli spazi disponibili e liberi da lezioni, esami o altre attività.

  • Il potenziamento dei servizi offerti dal centro linguistico di ateneo, con la sua trasformazione in un test center ufficialmente riconosciuto, che risolva la necessità di conoscenza dell’inglese a livello B2 sempre più richiesta per l’iscrizione alle lauree magistrali e nel mondo del lavoro.

  • L’introduzione di una diffusa raccolta differenziata, di case dell’acqua e di aree attrezzate per il pranzo in tutto il Politecnico.

  • L’installazione di un punto di primo soccorso.