CdA Poliba del 11-07-2018 – Bilancio, Regolamento Tasse, Modernizzazione Spazi

Si è tenuto questo pomeriggio il Consiglio di Amministrazione del Politecnico di Bari.

Tra i diversi argomenti all’ordine del giorno, vi riportiamo quelli di maggiore interesse per noi studenti.

1. Approvazione del bilancio d’ateneo del 2017

Il Politecnico di Bari ha chiuso l’anno 2017 con un utile di quasi 5 milioni, in netto aumento rispetto al 2016. Quali studenti non possiamo che essere soddisfatti della crescita dell’università che frequentiamo, ma non possiamo che osservare come a questo aumento abbiano influito due elementi fondamentali per noi studenti:

  • L’aumento degli introiti dalle tasse degli studenti per 1 milione di euro: il Politecnico sosteneva nella relazione del bilancio che questo fosse dovuto all’applicazione della no-tax area, ma in realtà questo era dovuto ad un aumento della tassazione dal 2015-16 al 2016-17. Abbiamo pertanto chiesto che fosse precisato questo dettaglio.
  • La riduzione del personale tecnico-amministrativo: sebbene questa sia minima, tuttavia ogni giorno noi rappresentanti ci troviamo a dover far fronte a rischi quali la chiusura anticipata delle biblioteche per mancanza di personale.

Alla luce di questo abbiamo espresso il nostro auspicio affinché il notevole utile del Politecnico sia investito nel miglioramento dei servizi per noi studenti. Il Rettore ha garantito che questo avverrà.

2. Approvazione del Regolamento Tasse per l’a.a. 2018-19

Di seguito trovate allegato il regolamento che è stato portato in approvazione, con l’astensione di noi di Studenti Democratici, sia in Senato Accademico sia in Consiglio di Amministrazione.

ALLEGATO: Regolamento Tasse a.a. 2018-19

Vi riportiamo la dichiarazione del nostro rappresentante in Consiglio di Amministrazione che illustra le ragioni del nostro parere:

Gentili Consiglieri, come ricorderete lo scorso anno ho espresso il mio voto contrario all’approvazione del regolamento tasse per l’a.a. 2017-18, ponendo alla vostra attenzione le mie perplessità su diversi elementi che lo caratterizzavano, dalla formula di calcolo alle maggiorazioni previste. In quell’occasione, il regolamento aveva l’obiettivo di recuperare un mancato introito, in realtà molto piccolo, che si sarebbe avuto dagli studenti con isee inferiore a 13.000. Tuttavia, per fare questo vi erano diverse strade e fu scelta una rigida, di pura convenienza per l’amministrazione del Politecnico come dimostra l’incasso previsto per il corrente anno: infatti, è vero che esso risulta inferiore a quello del 2017, ma è anche vero che risulta superiore a quello del 2016. Ricorderete infatti che dal regolamento 2015-16 a quello 2016-17 fu apportato un incremento della tassazione. Possiamo dunque concludere che, se teniamo conto anche del fondo ministeriale previsto per coprire la no-tax area, di fatto continuiamo ad avere un incasso alto che grava sugli studenti con una tassazione che non può in alcun modo definirsi entro limiti accettabili e sopportabili, citando l’informativa ricevuta. Sicuramente non posso non esprimere il mio piacere nel vedere che le difficoltà segnalate in passato sono state attenuate, anche se alcune come la questione laureandi e la questione merito persistono e sono talvolta conseguenza di una didattica inefficiente. Ma d’altro canto devo esprimere il mio dispiacere sulle modalità con cui si è giunti alla proposta odierna: dopo diverse richieste di dati utili alla discussione e momenti di incontro tra studenti e amministrazione, è stata direttamente presentata una bozza di regolamento dall’amministrazione di questo politecnico nell’ambito di un incontro informale con il rettore, il direttore generale e responsabili di segreteria tenutosi meno di un mese fa. In tale occasione era stato promesso che i dati utili sarebbero stati forniti quanto prima possibile, ma questi sono giunti solo negli scorsi giorni e il consiglio degli studenti si è potuto riunire solo lo scorso lunedì, appena 2 giorni fa. Tale evento ha costretto diversi consiglieri ed anche lo stesso sottoscritto all’assenza a tale riunione, lasciando la decisione ad una componente di appena poco più di una decina di rappresentanti degli studenti. Pertanto, alla luce delle osservazioni riportate, riconoscendo che comunque il mandato della maggior parte dei componenti di questo Consiglio ormai volge al termine, non mi resta che chiedere che le problematiche riportate siano tra gli obiettivi del futuro Consiglio, auspicando che vi sia una maggiore collaborazione con la componente studentesca e che questa si possa realizzare in tempi congrui con la definizione di un adeguato regolamento per la contribuzione studentesca, tenendo conto del crescente utile che questo Politecnico ha mostrato nel bilancio. Inoltre, laddove si dovesse procedere all’approvazione del regolamento per il prossimo anno accademico, vista l’assenza di un reale dibattito in merito, ritengo doveroso esprimere la mia astensione dal voto.

3. Modernizzazione ambienti di studio e ricerca

Nell’ambito delle attività già previste, è stata approvata oggi l’esecuzione degli interventi per la realizzazione di apprestamenti per l’alimentazione elettrica dei banchi delle aule pari e dispari, nonché l’installazione di monitor informativi all’ingresso delle stesse aule ed in vari punti del Politecnico.

A tal proposito abbiamo espresso il nostro piacere per la programmazione di questo intervento, chiedendo che non si dimentichi lo stato in cui si trovano le aule grandi. A tal proposito il Rettore ci ha garantito che si procederà presto alla modernizzazione anche di queste aule. L’intervento si realizzerà per un’aula alla volta al fine di non interferire eccessivamente con le normali attività didattiche.

Continueremo a tenervi aggiornati sugli sviluppi… e a difendere sempre i nostri diritti di studenti!

STUDENTI DEMOCRATICI – URLA I TUOI DIRITTI